I Turbosuicida aprono la data monfalconese di Graziano Romani


"La sua data bisiaca è stata aperta da un godibile e surreale set dei giovani indigeni Turbosuicida che, in barba alla minacciosità della denominazione, hanno offerto invece uno show interamente autografo che non ha minimamente risentito dei soli cinque mesi di attività. Il leader e autore principale Matteo Della Schiava, abbandonati temporaneamente i panni di cantautore sbilenco e dissacrante alla Bobo Rondelli, si trasforma in stralunato folletto da palco alla Giovanni Lindo Ferretti con la sua mimica surreale e le gestualità assurde. Mai visto un cantante che, a un certo punto dello show, abbandona temporaneamente il palco per andare a dissetarsi a una fontanella pubblica, per poi tornare a contorcersi dietro al microfono. Al suo fianco la graziosa bassista dai piedi nudi Miriam Piccolo e i diligenti Andrea Bartole (sei corde elettrica) e Alessandro Lorelli (batteria).


da Spettakolo.it - Articolo del gionalista musicale Daniele Benvenuti.


Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

@2016  by Fabio Ferlazzo